Cambiamento climatico

Nel cuore della Baviera, dentro il castello di Elmau, i sette leader del G7 hanno siglato un accordo per un'azione "urgente e concreta per affrontare il cambiamento climatico".

L'accordo sul clima prevede:

  • Mantenere l'aumento della temperatura globale entro il limite di +2°C rispetto ai valori preindustriali.
  • Ridurre dal 40% al 70% le emissioni di CO2 rispetto a quelle del 2010 entro il 2050.

Il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti ha espresso la sua soddisfazione per "un segnale importantissimo" sottolineando che "ora bisognerà lavorare per trovare soluzioni equilibrate, anche finanziarie, che consentano ai colossi asiatici Cina e India e ai paesi poveri di aderire a un accordo che, per essere efficace, dovrà essere alto, ambizioso ed equo."

Và infatti evidenziato che nonostante i leader più importanti del pianeta stiano cercando di impegnarsi per prendere provvedimenti sul clima è indispensabile che, per avere effetti globali, tutti i 195 Paesi del mondo facciano la loro parte.

Pertanto sarà fondamentale giocare bene la partita principale del COP21 che si svolgerà a Parigi nel novembre di quest'anno.