Phoinix 1

Sabato 11 aprile 2015, presso la sede dell'Area Marina Protetta “Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre “Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre” in Corso Italia, 108, si è tenuta la prima presentazione pubblica del progetto Phoinix - percorso archeologico naturalistico fra Torregrande e Tharros.

L'incontro è stato finalizzato alla presentazione del progetto esecutivo ed all'avvio del processo di definizione partecipata del piano di gestione.

In particolare, attraverso il coinvolgimento delle comunità e degli operatori del territorio si è ragionato insieme su:

  • Le caratteristiche e le qualità dell’intervento
  • L’intervento nel contesto ambientale e socio economico locale
  • Le relazioni con piani, progetti ed iniziative del territorio
  • Le opportunità derivanti dall'attivazione dei percorsi attrezzati
  • La domanda turistica attuale e potenziale
  • Le prospettive e i percorsi di coinvolgimento degli attori locali

Il progetto per la realizzazione di un percorso archeologico – naturalistico tra Torre Grande e San Giovanni di Sinis costituisce il primo stralcio del progetto complessivo per la realizzazione di Phoinix - Parco Archeologico del Golfo dei Fenici, di cui la Provincia di Oristano si è fatta promotrice sin da 2008 e vede l’attivo coinvolgimento dei Comuni di Oristano e Cabras.

L’intervento consiste nella realizzazione di percorsi archeologico – naturalistici tra Torregrande (Oristano), peschiera Pontis (Cabras), Mistras (Cabras), area portuale di Tharros (Cabras), area urbana di Tharros (Cabras).

Il progetto si pone l’obiettivo di consentire ai visitatori, attraverso la realizzazione di una serie di interventi di valorizzazione del paesaggio nei territori attraversati, la percezione dei valori archeologici e naturalistici che sono propri di questo territorio e che lo qualificano in modo peculiare.

La realizzazione dei manufatti (sistemazione dei percorsi, interventi di land art, realizzazione della segnaletica interna ed esterna, ecc.) è funzionale all'attivazione dei servizi di accoglienza, orientamento e ausilio alla visita, e si coniuga con l’individuazione e il coinvolgimento delle risorse professionali ed imprenditoriali presenti nel territorio, atte a garantire il corretto e qualificato supporto ai visitatori.

Lungo l’itinerario sono previsti altri interventi (servizi igienici, punti di sosta e di ristoro, ecc.) diretti a migliorare le condizioni di visita generali e con riguardo a categorie particolari di fruitori (es. portatori di handicap), al fine di garantire la più ampia accessibilità e fruibilità del percorso.

Questi interventi sono funzionali all'attivazione dei servizi ai visitatori e si connetteranno con le proposte degli operatori del territorio, con particolare riferimento ai valori culturali o ambientali. Principali tipologie di attività economiche generabili:

  • Gestione dei punti di ristoro interni al percorso (attività di ristorazione);
  • Attività di ristorazione e pernottamento al di fuori del percorso;
  • Attività di vendita al dettaglio di prodotti alimentari e artigianali locali;
  • Esercizio dell’attività di bookshop, anche multimediale, e di informazioni, anche via web;
  • Attivazione di servizi aggiuntivi (visite guidate, noleggio attrezzature, laboratori didattici, ecc.);
  • Attivazione di servizi per gli utilizzatori abituali (attività sportive guidate, noleggio di attrezzature sportive, servizi per la balneazione, ecc.);
  • Gestione dei parcheggi.

Di seguito potete scaricare un report della giornata: